Archive for the ‘Shopping’ Category

fuori piove
settembre 25, 2008

adesso per vincere la malinconia settembrina mi sono fissata che voglio cambiare casa: impegnarmi in questa onesta attività mi consentirà di deviare altrove e per un attimo i miei nervi tesi. lui questo l’ha capito subito sicchè ha accettato al volo. di solito quando gli dico fai questo, telefona qui, chiedi se ce l’hanno il riscaldamento autonomo, tira su un pippone che perchè non lo faccio io (sono pigra), perchè deve fare tutto lui (sono pigra), invece adesso è veloce, oserei pimpante (ha paura). (ha ragione: il passaggio alle scarpe invernali non è mai semplice per noi rompiballe  ciclotimici).

continua

Annunci

Edizioni Gallivantis presenta il manuale delle belle parole
febbraio 22, 2008

Ieri tutto ti sembrava incantevole nonostante le tue scarpe ancora invernali ma non sei riuscito a dire niente di meglio di che bello? Avresti voluto qualcosa di piu’ largo, qualcosa che facesse pensare a chi ti ascoltava mio dio come e’ intelligente, come lo amo, adesso gli pago la cena? Noi abbiamo quello che fa per te: il manuale delle belle parole.

Ti capita mai di non stare affatto in forma, di avvertire qualcosa tipo un’aria grassa tutt’intorno a te e tu di sentirti un solitario e polveroso cencio? Noi abbiamo quello che fa per te: le belle parole. E’ infatti in quel momento li’  che e’ necessario sfoderare un lessico adeguato, un frasario da battaglia, qualcosa di totalmente incomprensibile cosi’ da non consentire repliche ma allo stesso tempo di incredibilmente bello che lasci stupefatti.

Le belle parole ti servono : cose come “nugolo”, “batticuore”, “sciame” e -ti assicuriamo- sembrera’ che tu stia dicendo cose strepitose ed intelligenti il che, ovviamente, e’ falso ma in questo modo avrai incantato il tuo interlocutore tremulo, avrai spalmato tutto il tuo eloquio addosso a lui e non ti sentirai mai piu’ uno sfigato.

che aspetti? ordina il manuale

Questo Natale fatti e fai un regalo utile
novembre 16, 2007

fatti furbo, fai un regalo intelligente, scegli anche tu il PGRCD  

Il PGRCD (piano generale relazioni di coppia durature) e’:

– il primo strumento di pianificazione da consultare nell’elaborazione di piani per la risoluzione di crisi domestiche;

– lo strumento essenziale per sopperire all’inutilita’ del libero arbitrio di fronte alla sequenza irrazionale dello sviluppo della vostra crisi domestica;

– il naturale passaggio dall’ottica dell’emergenza all’ottica della prevenzione.

Potete ordinare oggi stesso la vostra copia del PGRCD effettuando un versamento di euro 250,00 (duecentocinquanta/00) sul conto corrente postale n. 2310 22408 2334 c/o la Banca del Pireo Filiale di Salonicco (specificare se in confezione regalo) intestato a Edizioni PGRCD. Qui di seguito vi forniamo un abstract del PGRCD.

Descrizione situazione tipo n.1:  la  donna ripete la parte finale di quello che le viene domandato dal partner. Esempio: “Amore, vuoi andare a cena fuori?”. “A cena fuori eh? A cena fuori eh?”.
Spiegazione possibile: con tutta probabilita’ questo atteggiamento e’ sintomatico di un senso di rabbia maturato nei confronti del proprio compagno. 
Consiglio: Occorre procedere con molta cautela. Una mancata contestazione potrebbe essere valutata come atto di negligenza e menefreghismo. Esempio: “Bravo continua pure ad evitare i chiarimenti, bravo, bravo, complimenti.”
Parimenti l’intentare una dialettica con la compagna verra’ frainteso come un atto di provocazione ed arroganza. Esempio: “Embe’? Che ho detto di male?”. “Che ho detto di male eh? Che ho detto di male eh?”.  Considerazioni finali: necessaria una certa capacita’ di fronteggiare i cambiamenti. Livello d’allerta: 5. Definizione del rischio: alto.
Descrizione situazione tipo n.2: la donna ripete solo l’ultima parola di quello che le viene domandato dal partner.
Spiegazione possibile: atteggiamento sintomatico di una fragilita’ e tristezza, entrambe per certo imputabili a colpa e responsabilita’ del partner, sufficienti a convertire tale stato d’animo in quello di cui al sub.1)  (ovvero senso di rabbia maturato nei confronti del proprio compagno). Esempio: “Amore vuoi andare a cena fuori?”.     ”…fuori?”.  “Si, a cena fuori, ti va di andarci?”.  “Ti va d’andarci eh? Ti va d’andarci eh? Eh? E certo, e come no, ed io son qui che soffro e lui mi domanda se mi va d’andare a cena fuori! Eh? Eh?”. 
Cautele necessarie: programmare procedure d’adattamento. Esempio:  “Amore hai ragione tu. Sono. Un. Cretino. Mi. Dispiace. Tanto. Livello d’allerta: 4. Definizione del rischio: medio-alto.
Descrizione situazione tipo n.3: la donna non risponde affatto a quel che le viene domandato dal partner. Spiegazione possibile: sussiste in tale ultima ipotesi un margine di incertezza maggiore. Si potrebbe trattare di a) un senso di rabbia profondissima maturato nei confronti del proprio compagno oppure b) significative fragilita’ e tristezza, entrambe comunque ed in ogni caso imputabili a responsabilita’ e colpa del partner. 
Consiglio: in tale ipotesi occorre stabilizzare immediatamente la situazione onde riportarla ad un livello d’allerta 5. Esempio: “Amore scusami, non volevo”. “Non volevo eh? Non volevo eh?”. Dopodiche’ mitigare il rischio de quo con interventi mirati. Posizionarsi ad un livello d’allerta 4. Esempio: “Ti amo lo sai”.  “Eh, lo sai…”.
Considerazioni finali: necessario sviluppare il concetto di eliminabilita’ di catastrofi domestiche. Livello d’allerta: 3. Definizione del rischio: medio.

Con l’occasione Vi porgiamo i nostri migliori auguri di un Sereno Natale e di un felice Anno Nuovo.

E questo mese in regalo il SEGNADATE IMPORTANTI ELETTRONICO! Ti avvisa e ti ordina via internet i fiori! Approfittane!