Archive for the ‘berlusconi’ Category

punti di vista più un consiglio di lettura
novembre 20, 2009

(visto qui) non so che altro dire

sì invece: leggete capre! (questo qui è amico mio)

Annunci

irriducibile ottimismo
luglio 10, 2009

io in Italia non ci voglio tornare, c’è berlusconi, adesso c’è pure il nucleare  e se deve esser crisi che almeno sia in riva al mare con un panino alla feta.

ma, nel caso, mi toccherà affrontare la questione con quell’irriducibile  ottimismo da americani. e dunque ad esempio i greci mica ce l’hanno un ministero per la semplificazione, giusto?

con esso la mia vita sarà migliore, lo so.  mettiamo che io abbia un dilemma, io ho sempre dilemmi, anche tre-quattro al giorno.

ora, finchè continuerò a starmene qui, mi toccherà -orrore- esercitare il libero arbitrio per fronteggiare le situazioni. se invece fossi in italia, mi basterebbe redigere un verbale che illustri la vicenda su modulo prestampato e presentare la domanda al competente ministero.

ovviamente il ministero non risolve il dilemma, s’intende -questo sarebbe infatti moralmente diseducativo- il ministero, semplicemente, riduce le complessità.

esso, come ogni meccanismo democratico, semplifica procedendo con gradi d’ingerenza diversificati nell’altrui libero arbitrio a seconda della complessità del caso concreto (che ho detto?).

esempio. hai appena commesso un crimine efferato, sei teso tra due opposti vettori: una tardiva coscienza ti spingerebbe pure a presentarti alle autorità ma la minaccia del carcere a vita ti dissuade dal farlo. vorresti pagare le tasse ma cazzo, come si fa? son troppo alte!

prendi il modulo, compila, imbusta e aspetta. il ministero provvederà a commutare la pena detentiva in imposta sul crimine così che il criminale potrà evitare l’ergastolo pagando il corrispettivo evaso dall’evasore. i proventi del reato saranno riciclati per la lotta alla piaga dell’evasione. fottuti geni. l’evasore potrà continuare a non pagare le tasse scontando la parte di pena detentiva condonata al criminale.

certo. prima o poi sostituiranno anche il ministro preposto. fino ad allora io resto qui, mi sa.

il culetto d’oro
giugno 25, 2009

sardegna turismo

non ci si annoia mai (mica solo villa certosa)

DAI FORZA, VIENI ANCHE TU E VOTA IL CULETTO D’ORO!!!

per colpa di berlusconi cucino male
luglio 29, 2008

pover’uomo, non ce la fa più: anche oggi ha mangiato la mia celebre brodaglia d’uovo. plagiata dall’ingannevole pubblicità del frullatore greco Frizzy “cucinare sarà un gioco da ragazzi”, dalle lusinghe di una commessa collusa “ce l’ho anche io, fa miracoli” e da quel senso del dovere casalingo che m’han innestato nel dna contro la volontà di dio “è meglio che si occupi di speculazioni, almeno non avvelenerà gente” ho comprato l’attrezzo e mi sono inserita subito nell’isterica categoria di donne frullatrici. frullo di tutto, tutto insieme, cotto crudo, animale vegetale, non mi risparmio in fantasia e azzardo sulla vita altrui “prova, dimmi se ti piace”. comunque non mi sento di prendermi la colpa io, col cavolo che lo faccio, dico c’è apposta berlusconi a causar tutti i miei mali che a fassino, magretto com’era, che gli si poteva dire?

donna moderna e a la page, segui anche tu la moda del momento: il foodpairing!!!

per colpa di berlusconi mi chiudo nell’autismo
luglio 29, 2008

di nuovo non c’è  niente
vedo cose faccio gente
che cosa? come parli, che diavolo dici?
non sarà che hai ripreso coi narcotìci?
no per carità quelli aumentan lo stress del dopo elezioni
che poi dormo e sogno berlusconi
no, è che ho trovato ‘sto giochetto
è da giorni che non smetto
ed è una bella cosa
avere rime a iosa
evitare l’ostracismo
rintanandosi nell’autismo
per quelli come me che a rimare
han sempre fatto cagare
(scusate)

il sorriso di berlusconi
giugno 22, 2008

venerdì mattina mi trovavo a far colazione con la mia collega. una di quelle conversazioni strozzate dove si fanno un sacco di smorfie per riempire una conversazione che langue: “io il caffè lo prendo amaro” “davvero? (smorfia)” “eh si (smorfia)”. dice: ma perchè ci sei uscita se non la sopporti?

prima di incazzarti per la mia dabbenaggine considera il caso umano, ero lì che volevo colmare la nostra distanza in fatto di internet, stavo aprendo a cazzo tutto quello che mi capitava a tiro, un blizz un fuzz un facebook e arriva la collega insignificante: “ti va un caffè?”.

continua

Di quando io guardavo te che guardavi Berlusconi alla tv ed un liuk tra noi
luglio 5, 2007

Mi sono messa la maschera in faccia poi tu sei arrivato. Accomodati sono anni che non ti vedo, sei sempre bello con quel tuo sguardo azzurro. Non farti trarre in inganno da questa crosta d’argilla, questa poi si toglie e sotto ci sono sempre io, il  tuo primo batticuore, ricordi? E dimmi, come ti vanno le cose sono ancora in prima posizione o lei m’ha tolto il podio, dimmi, dai raccontami di te, accomodati. A si? Sei felice. Si vede si vede. 

Capisco che mi tocca andare di maquillage vado un attimo in bagno tu mettiti comodo puoi togliere le scarpe se vuoi, torno e ti sbatto addosso le ciglia mascarate allora dicevi tutto alla grande  ma con lei, com’è che si chiama? Paola, si Paola, con lei ti ci diverti come con me? Te lo ricordi no le risate sotto le stelle col cornetto algida che tu dicevi no non lo voglio il cuore di panna è un gelato da democrazia cristiana e  da vero anarchico ordinavi un cono sfuso? Ancora odi il preconfezionato oppure lei comesichiama che le piaceva se non ricordo male il calippo t’ha convertito? Lo sai vero che il calippo è il gelato della lega?

Flap flap. Poi alla televisione annunciano la chiusura dei seggi elettorali alza il volume e ti sposti sulla poltrona per guardare piu’ da vicino. Vittoria del centro destra con polo delle liberta’ 30,3% la sinistra tiene ma e’ sconfitta. No non è possibile Berlusconi premier come è accaduto alza ancora dai.

Lo vuoi un liuk che quando pare finito poi invece c’è ancora il tronchetto di liquirizia da succhiare e mi piace un sacco anzi diciamo che è il mio ghiacciolo preferito che pare finito e invece non è ancora finito del tutto? Vuoi rimanere ancora un pò qui con quello sguardo azzurro che adesso è distratto dalla televisione ma che forse  finite di dare le notizie mi torna a guardare come quando si stava sotto le stelle ed io ero democristiana e tu anarchico?

Polo buon governo 26,1% progressisti 33,9% patto italia AN altri. Si va bè sono io che ti ho lasciato ma la subdola leccatrice di falli al limone non ci ha lasciato nemmeno il tempo di rammaricarci.

Te ne vai a casa che, dici, questa cosa che sta succedendo è davvero troppo grossa, devi sapere devi stare solo.

Lo sapevo che non t’ero indifferente, prenditi il tuo tempo e mi scarto un liuk.