le mie esperienze su suolo italico (ma non sono granchè)

tornare a casa per le feste. incontrare il più bello del liceo, quello che ti piaceva da star male. mammamia.
un cinghiale. è lui. è lui che inaugura la serie triste e nevrotica di discussioni da incontri occasionali:
dove vivi adesso?
in grecia.
dove?
in grecia.
ah in grecia, come le olive.

e poi la stessa sera vedo la tapponi (nomenomen) che mi presenta il suo nuovo ragazzo ma è zoppo e non riesce a stare al passo con noi, così almeno abbiamo il tempo di scambiarci confidenze tra donne tipo che lei ama ancora il suo ex e che a capodanno mica ce la fa a deprimersi col suo nuovo ragazzo zoppo, oh no, mica,  lei se ne va a  londra con due suoi amici gay -una figata- ed io, come ci vivo in grecia invece?  ma davvero parlo greco? ma perchè non dico qualcosa in greco?

dico io. quel povero nuovo ragazzo fino a due anni fa era su una sedia a rotelle senza speranza senza gambe ma si sa, la forza di volontà eccetra eccetra e allora lui ha affrontato la malattia, la riabilitazione, il dolore e alla fine lui ce l’ha fatta. si. ce l’ha fatta. cioè. spiegatemi. poi dopo avecela fatta quello cosa fa? si mette insieme alla tapponi (nomenomen)?

e comunque ho anche capito che non mi manca niente. niente. no internet no blog no  greci nulla. e adesso che son tornata manco gli italiani mi mancano o alda d’eusanio o le lasagne di mia madre. o il mio cane che mi guarda con gli occhioni da cervo e che sospira d’amore per me ogni volta che torno povera bestia.  nulla proprio. gli autismi non andrebbero interrotti e le quotidiane liturgie sono compulsioni fragili e con questa frase ad effetto inauguro la stagione 2009.

Annunci

14 Risposte

  1. “gli autismi non andrebbero interrotti” sarà il mio primo tatuaggio.

  2. mi pare una scelta eccellente

  3. non si interrompe un autismo. ne sapro’ ben qualcosa

  4. non alluda sa, non si provi

  5. il cane è fantastico ha anche gli occhi di cervo.
    bentornata

  6. ma ora mi dici qualcosa in greco?
    (bentornata)

  7. è dura tornare a casa, e poi tornare a casa, e poi tornare a casa, e poi tornare a casa

  8. scusi il consiglio, madame, ma ha provato a presentare il cinghiale alla tapponi? perchè, si sa, il cinghiale sta bene nella sua tana. e la tapponi è nana, vero?
    lo faccia per il povero zoppo. correrà a ringraziarla. beh, magari non correrà ma quasi.

  9. non so perchè ma questo post mi è sembrato la puntata di un telefilm. vabbè, a quest’ora della mattina faccio fatica a spiegarmi per bene, meglio andare a prendere un caffè!

  10. qualcosa in greco, mmm, dunque vediamo στους κάπρους και την νάνος (a braccio eh, così)
    andare tornare casa lì casa quì e se torno vado e se vado torno bo.
    superare lo stress affossando nana e cinghiale nella tana (grazie lord, ne sa sempre una più del diavolo)
    si era la puntata pilota se mi lasciano altri 27 commenti inizia la serie “il cinghiale e la tapponi”

  11. secondo me alla prossima trovi il cane che parla greco. (that’s amore, bentornata!)

  12. oh ma il mio cane parla già greco (ed altre trentadue lingue sconosciute). una bestia che ama eccellere. per questo non me la filo.

  13. credo di stimarti moltissimo

  14. allora scambiamoci la stima (che lo scambio di link oggigiorno è volgare)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: