La moda del maritaggio, la schizofrenia da signorina

IO

No, il presagio no, lascia stare  gli scongiuri, non farti intrappolare nelle scaramantiche manovre di una nubenda qualsiasi, tu hai il temperamento, l’ingegno, resisti al marchingegno delle tradizioni, non farti infilare quella giarrettiera azzurra, tieni lontana la vertigine del baratro, di’ no al fottuto giro dei tavoli coi confetti, alle statuine di ceramica, alle zie che ti dicono che sei spettinata e troppo magra e che hai un viso luminoso. No, tu non ce l’hai luminoso il viso, son tre notti che dormi due ore, ogni giorno l’occhiaia s’affonda sempre di piu’ e piu’ ridi piu’ scavi le rughe, quindi dove lo vedono che sei illuminata? Non piagnucolare, il matrimonio non e’ roba da femminucce.

_Ma io avevo scelto il matrimonio, mica le nozze_

LA SPOSA

Piantala di rompere le palle con questa storia di voler essere originale, essere eccentrici oggi provoca troppi dibattiti, te ne rendi conto, stiamo parlando di matrimonio e, si sa, le nozze vengono da se’; e dopotutto, caramia, non sei mica cosi’ ingegnosa ed il temperamento di cui ti bulli e’ temperato, autunnale, regolato dal ruolo di sposina, cercati uno psicologo ma fatti applaudire, esigi il riso, temi i presagi dei regali che si rompono, esorcizza, sei la sposa, tu sei la sposa. Adesso, per esempio, gli invitati son tutti ad aspettarti e tu non sei ancora arrivata. Non arriverai mai, la gente si chiede “e la sposa dov’e’ ? ” ma la maniglia s’e’ staccata dalla porta, il telefono squilla a vuoto nell’altra stanza e, soprattutto, ti stai pisciando sotto.

Quando dicevo “esorcizza eludi i presagi”, non intendevo usa il velo per una toilette d’emergenza in terrazzo.

Annunci

6 Risposte

  1. non poteva esserci presagio migliore

  2. del suo avviso anche lo sposo che seppur, non menzionato nella vicenda de qua, è tuttavia presente in questa storia

  3. Per la serie “ricordi da un matrimonio” (poi smetto, spero).
    La mattina delle nozze io ero pronta e aspettavo mia cugina che mi venisse a prendere (Peugeot 206 aragosta metallizzata, una vera sciccheria), ma lei era imbottigliata nel traffico. Mio padre quasi isterico, io mi sono messa a fumare sul balcone e a salutare i passanti.
    Tanto, senza di me non potevano iniziare
    (Poi, sia al cancello della villa comunale, sia la sera a quello della villa del ricevimento ho dovuto dire “ma guardi che la sposa sono io”, perché non volevano farmi passare con la macchina, ma questa è un’altra storia)
    Quindi (se non ha già fatto), faccia come vuole, anche il riso va bene purché non sia imposto.

  4. e’ gia’ tutto finito, lo sposo ha distribuito i confetti e gli invitati hanno rubato dalla mia dispensa il riso basmati (spreconi).

  5. guarda che abbiam ciulato il riso solo perchè eravamo in difficoltà…..negheresti una ciotola di riso a degli affamati? noi eravamo disperati…tuo padre ci faceva da palo e noi colpivamo indisturbati…. a dirla tutta potevamo anche rigarvi la macchina che non ve ne saresti accorti 🙂 ghghghgh

    signorina, nonostante tutto me la farebbe una cortesia? mi darebbe un bel bacio al suo uomo? bengentile

  6. razza di uomosessuale, pussi via dal mi marito.
    non vi sara’ piu’ concessa nessuna indulgenza da ora in poi sappiatelo entrambi, il suo disperato tentativo di fermare lo sposo all’altare, la sua rapida corsa verso l’est, tutto fu vano. basta, lui scelse me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: