Autocontrollo

Attendi paziente _resisti_ quanti secoli per essere pronti _resisti_ denudata da raggirati batticuori, le sue intimita’ indisturbate _l’ascia istantanea del lutto_ che strozza ogni consueto gesto, ogni gesto inquieto_ attendi paziente _resisti_  io non diventero’ un cencio molle ma. Tutto e’ troppo veloce, troppo per la corsa che facciamo verso, verso dove?

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: