Sono la tua coniglietta

1rabbit_maleonn.jpg

– Potremmo andare a vederci un film da te. Un horror.

Non dovresti essere qui. Cosa ci fai di nuovo in casa mia? Sei entrato senza stupirti, certo mi conosci bene. Per esempio hai scavalcato la rana gigante di cera gialla appena dopo l’ingresso con nonchalance. Quello avrebbe dovuto essere il segno della mia originalita’. E’ inciampando sul mostruoso ed itterico batrace che si deve innescare la seguente sequenza -e questo che diamine e’?-  quindi a seguire -questa deve essere pazza, fuori di testa- ed infine -meno male, chissa’ che fuoco che ci ha dentro. Cosi’ che  ricevo il plauso preventivo, che l’uomo si converte in preda.  Sono la tua coniglietta, hai visto quante cose strane in casa mia?

Non sono brava a letto e questo mi tocca fare. Espedienti. Come ad esempio la mia mise da zingara, non me ne frega nulla delle gonne lunghe colle frange anzi ci sto scomoda e d’inverno mi entra il freddo dal basso ma, sembra,  i ragazzi trovano naturale associare la disinvoltura sessuale a quella dell’abito. In questo modo fino ad oggi ho rimorchiato e, letteralmente, trainato il maschio nel mio letto pieno di cuscini rossi ed ingannatori. Perche’, ve l’ho detto, io l’amore lo faccio cosi’ cosi’.

Sono impacciata e mi manca la tecnica. Soprattutto la fase preliminare si trasforma spesso in un’orrendo ambaradan ginnico; voglio dire, come si puo’ essere capaci di eccitarsi e contemporaneamente sfilarsi le mutande, infilare un preservativo, togliere i calzini? Oh  mio dio, i calzini. I calzini son forse la parte piu’ dura. E le mutande di lui, giacche’ si da’ per scontanto che allo sfilamento delle mie ci pensi l’uomo, ecco, io le mutande le tiro giu’ fin dove non mi danno piu’ noia e le lascio a meta’ ginocchio. Oh, se vuole, che se le togliesse lui. Molti uomini si scoraggiano. Comunque da quel momento in poi, quello del riscaldamento, non succede piu’ nulla di originale. Avete visto la rana appena dopo l’ingresso? E che altro volevate?

 Per cui tu ieri notte, hai scavalcato distrattamente l’animale e, senza che io avessi il tempo di agitarmi, ci hai tolto gli abiti di dosso. Nessun fremito.

Vuoi che facciamo l’amore? -Si. 

Nessun complicato rituale di seduzione. Amore mio ti chiamavo. Ti amavo e la tua impronta mi faceva bene. Stasera pero’, invece di esserti grata per le tue abili mosse, stasera, che avrei potuto per una volta, finalmente, sentirmi libera dal peso della mia imperizia,  ho guardato le tue brutte scarpe e ho pensato io non posso mica fare l’amore con uno che mette quella roba lì. Erano delle nike argentate mio dio.  E questo e’ mille volte peggio della mia goffaggine.

Annunci

21 Risposte

  1. chi indossa Nike argentate non merita nient’altro che biasimo

  2. NdR il mio fidanzato, quello qui sopra, ça va sans dire, indossa scarpe adeguatissime ad ogni occasione.

  3. c’è chi guarda le tette, chi il pene: ma le scarpe…

  4. Arrgghh!! Ecco dov’era finita la mia rana gialla che mi è stata rubata l’altr’anno! In questo bellissimo blog! A presto…

  5. mi sono sempre chiesto, sguardeggiando senza vergogna qualche pornazzo, se sia davvero normale che certe prorompenti donne debbano solazzarsi “dentro il letto” con scarpe dalle zeppe altissime o dai tacchi stratosferici, ché se parte un colpo in zone delicate si può ben dire addio alla serata e anche ad un radioso futuro di uomo normale per una vita torbida di transessualismo.
    ecco: le scarpe.
    Mai a letto, per favore, e, se fuori del letto, acconcie alla bisogna, magari senza stringhe, da togliere con una scalzata dall’in piedi, e mai, soprattutto mai, argentate né tampoco dorate, ché la coppa dei campioni si gioca da altre parti…
    Ma Lei, che perdonerà la mia logorrea, è anche maestra di vita, vedo…;-)

  6. @ caro studente, lei questa materia deve approfondirla che le scarpe, per noi donne, son fondamentali. e anche per noi uomini eh.
    @sig.metrovampe, se vuole gliela rendo la rana che alla fine dei conti occupa spazio e non inganna più nessuno.

  7. onorevole cybbolo, mi pare scorgere un qual certo interesse per l’argomento ivi trattato. io la capisco, certe ferite di scarpa tendono a restarti dentro. va bè a lei, pare, ferirono il corpo, a me l’animo ma il succo è lo stesso.
    comprendo.

  8. Brava! Vediamo se un altro uomo, sulla faccia della terra, avrà il coraggio di sprecare UNA parola sulla passione delle scarpe di noi donne, tzè.

  9. ecco, siete avvertiti maschi. questo è un manifesto trattino post trattino femminista. o è antifemminista? mi sono confusa

  10. domando scusa per l’impertinenza, madame, ma è lei che indossa i calzini?

  11. lord baskerville, premesso che io solo collant, va detto che il calzino è per lui. il calzetto (o calzettone a seconda della stagione) invece è per lei.

  12. meglio così, madame. che il collant unisce ciò che il calzino separa.

  13. “noi donne…, noi uomini”: cerchi di essere un po’ più coerente.
    Va bene per voi donne, ma noi uomini, insomma…, voi vi guardate le scarpe vostre, e va bene; noi ci guardiamo le scarpe nostre, e va bene, ma, ma sindacare sulle scarpe altrui e d’altrui sesso…, sì, insomma…
    🙂

  14. lei non se lo immagina neanche quanto ci si guardi le scarpe. e’ dura ma e’ vero. se ne faccia una ragione

  15. quando si dice “mi hanno fatto le scarpe…”. Su misura?

  16. sempre su misura si fanno le scarpe

  17. non ho capito se in questo post si parli soprattutto di sesso, rane, o scarpe, e chi è l’assassino? Lascia perdere, guarda (cit.)

  18. ride bene lei fidanzato che mentre io scrivo nel buio della mia stanzetta lei se ne va a fare il dj e rimorchia pure le donne d’una certa eta’. ma dico io.

  19. Scarpe, sì.
    Ma anche i calzini, mioddio.
    (che se non sono acconci, si lascino andar via in un solo movimento con la scarpa, acciocché non si debba vedere il triste spettacolo di un uomo in calzini con le mutande al ginocchio).
    Perché, ve lo dico, non solo la scarpa, ma anche il calzino è rivelatore, come ben spiegava qui la Viscontessa. (e anche nei commenti ci sono verità da non dimenticare)

  20. ma tu vedi che discorsi prende una Viscontessa…
    E’ buona norma sfilarsi i calzini prima, fra le scarpe e i pantaloni.

  21. sottoscrivo per intero la teoria di riccionascosto e della viscontessa la quale non per nulla e’ viscontessa. il piede e’ un po’ come la dentatura per il cavallo. io son piu’ prosaica, scusate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: