Novembri

Abbiamo ritrovato la radice infangata appena in tempo. Appena in tempo. E al momento solenne siamo stati pronti. E tu sempre girovaghi nelle mie longilinee vene. Ma, vedi, avrei preferito continuare senza strappi violenti. Con le nostre operose solitudini domenicali ed io mi sarei persa ogni volta che. Tu, sghembo, chino per la testa rugosa, sghembo come ogni uomo che non ha finito. Ed io, il cuore forse vuoto,  a vaneggiare di disamori scapezzati a digrignare il cagnesco affanno dei rachitici anni miei. Piegati su pieghe indisturbate del sonno, avremmo avuto anche questo novembre anche se novembre non ci piaceva. Le nostre delicatezze ed i relitti ed io, guardando fissa sopra la tua testolina rosa dai tuoi novembri, avrei battuto per cattiveria spietatissimi padroni cosmici dell’universo. Ma. abbiamo ritrovato la radice infangata appena in tempo. Che importa piu’.

Annunci

2 Risposte

  1. E meno male che l’avete ritrovata in tempo. Io sono ancora qui che la cerco.

  2. Ogni tanto passo di qua e me lo rileggo “questocanto” che mi piace davvero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: