El orfanato

 

Il festival del cinema e’ importante. Bisogna andare al festival del cinema. Non vorrai mica restare in casa a guardare la sesta serie di ventiquattro mentre la citta’ e’ tutta un rigurgito di iniziative, sensibilita’ artistica, cappottini neri e fumo di sigaretta? 

No, certo che no, guarda bene che, nonostante la mia mise banale suggerisca una vita fatta solo di miserabile televisione, io sono una con una certa cultura. Per esempio a sedici anni avevo gia’ visto Tarkovskij. No, dico, Tarkovskij. Forse dovrei farmi un altro piercing e smetterla con i maglioncini di lana pettinata.

Oh, io mi son cagata sotto, no? Bah. Bah. Maledetto frequentatore di festival io ti odio. Si, ti odio perche’, vedi, il critico pure mi sta sulle palle ma quello fa il suo mestiere; per cui, alla fine, quando se ne esce con le sue trovate intelligentissime da stampare e con lo sguardo lucido e appesantito da citazioni raffinate, io me ne fotto. Ma tu, invece, tu sei spettatore uguale uguale a me, solo che io ci ho il pullover della Benetton e tu invece l’abito trasandato da festival internazionale. Embe’?

Arrivi con le tue gonne lunghe, gli anelli pesanti e le sciarpe leggere, con quell’espressione guarda non credere che io stia incoraggiando la moda,  e’ che se proprio devo e poi, da vero duro, non fiati. Non fai una piega. Oh, ma e’ un film dell’orrore, ci sono i fantasmi e, quel che e’ peggio, i fantasmi son tutti bambini e hanno la vocina tremula da oltretomba. Ma tu, frequentatore di festival, guardi con disprezzo la gente come me,  io appallottolata dalla paura e tu steso ed eretto con le sporgenze delle vertebre in bella vista, con la tua magrezza come trofeo del tuo esistenzialismo. Alla fine ti pronunci. Interessante, si interessante, ma senza troppo entusiasmo che e’ da bifolchi e senza paura che e’ da ignoranti, maledetto. Ed io, io cosa ne penso? Io, guarda, mi son cagata sotto. Mi son cagata sotto. Bah. Bah. E poi le nostre strade si dividono. Tu alla tavola rotonda e fumosa del dopofestival, io a casa a vedermi ventiquattro.

Annunci

5 Risposte

  1. io mi sa che resterei a casa a vedermi ventiquattro 🙂

  2. Sono un tifoso sfegatato di Guillermo Del Toro e quindi plaudo alla segnalazione.
    in compenso è un anno buono che non guardo la tv.
    epperò sono alla buona, non me la tiro: sono proprio un bravo ‘ragazzo’…
    Furoreggiano, ai festival, cappelli similrinascimentali che assomigliano a immensi abat-jour, per la gioia di chi si siede dietro.
    Allora uno dice: beh, te lo togli.
    E rimane la messa in piega cotonata anni sessanta, acconciatura di intelletualmodernariato, che riempiva tutto l’abat-jour…;-)
    cose da crisi isterica o torcicollo cronico

  3. francesco, per via dei frequentatori di festival o porque tienes miedo?

    sig. cybbolo siamo d’accordo, dovrebbero vietare l’introduzione in sala di armi e teste cotonate. io poi, mi dicono qui dalla regia, son la piu’ snob di tutti. bah. bah.

  4. La cosa odiosa dei festival del cinema sono due:
    1)che non mi invitano;
    2)che non c’è mai un film con briusuillis.

    E mi pare un commento fatto e finito.

  5. sig. tamas lei ha tutta la solidarieta’ del fans club di brius

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: