Good old fashioned lover boy

2003-evies_sunglasses.jpg

Ti vuoi sposare? Li vuoi un Albinoni sviolinato, una sposa moderna con l’abito avorio ed il piercing all’orecchio, una fede d’oro si ma bianco? Si, lo voglio.

Perche’ tu, contro la generale attitudine al cinismo, alla malinconia, alla sfiducia dei nostri giorni, tu, contro gli oziosi oltranzisti laici e gli anarchici universitari, tu sei un good old fashioned lover boy, un romanticone e ammettilo, sei pure un vetero cattolico. Perche’ al mio matrimonio io voglio pure tutti i sigilli del nostro signore. Ti capisco, ognuno e’ quel che e’ e poi, per quanto mi riguarda, non mi fido di quei laiconi che dicono no ma che schifo il matrimonio, ma che senso ha se tanto c’e’ l’amore? Ah si? Allora spiegatemi come mai una laurea ve la siete presa e sui bigliettini da visita ci mettete tutti i vostri lustrini ed i vostri dott. senza sentirvi in nessun modo inguainati? Il rito e’ una buona idea, il rito consacra, suggella, bolla convalida e pubblica la nostra volonta’ esattamente come un libro. Certo tutti preferiremmo poter pubblicare un libro ma poi sposarsi e’ piu’ facile.

Solo che. Come dici? Vivi all’estero? Si me ne sono andato sei anni fa. Ah, be, allora.  Hai scelto di vivere nella terra della feta e dello tzaziki, troppo tediato dallo stress mediocre del piccolo-medio imprenditore, dagli aperitivi cubani e dalle amiche cotonate? Hai rifiutato lo stipendio fisso ed i benefits aziendali, una fidanzata Christian Dior ed il tuo titolo accademico sudato con gli stipendi (i benfits no, quelli loro non li avevano) dei tuoi genitori?

Razza di fighetto smidollato ma che ti pensavi eh? No, fammi capire l’orario d’ufficio no, ma i fiori bianchi, il fotografo che ti salmona le pose anni settanta e poi, magari, anche un mututo agevolato, tutto questo si?

Be sappi allora che ti renderanno la vita un inferno. Come e’ giusto che sia. Prima di tutto devi andare da un prete, quello della parrocchia dove hai la residenza e gli dici: salve padre, poiche’ mi vorrei sposare, mi occorre che lei, gentilmente e con la grazia del nostrosignore, chieda al prete della parrocchia dove mi battezzarono e, contestualmente, anche al prete della parrocchia dove mi cresimarono di inviarLe i relativi certificati di battesimo e di cresima. Mi occorre poi che poi lei, padre, gentilmente e con la grazia del nostrosignore, trasmetta al prete della parrocchia del paesino dove ho deciso di sposarmi  tutti questi certificati.

Ma dove sto io son tutti ortodossi. Eh, lo so, maccheticredevi? Che ci potevi avere la feta e la chiesa cattolica entrambi sotto casa? Ecco quel che devi fare allora: vai da un prete greco cattolico, uno ce ne sara’ no? E poi gli dici (in greco): salve padre, poiche’ mi vorrei sposare, mi occorre che lei, gentilmente e con la grazia del nostrosignore, chieda al prete della parrocchia -dov’e’ che t’han battezzato? Catania- si, dunque che chieda al prete della parrocchia di Catania il mio certificato di battesimo e che…come dove sta Catania padre? Sta in Sicilia e si, li’ non parlano la sua lingua ma una lingua universale del signorepienodigrazia ce l’avrete no?

Dunque dicevo che poi, contestualmente, mi serve che lei chieda, gentilmente e con la grazia del nostrosignore, al prete  della parrocchia di -dov’e’ che ti cresimarono? Fabriano- della parrocchia di Fabriano il mio certificato di cresima.

Infine padre, gentilmente e con la grazia del nostrosignore, dovrebbe trasmettere al prete della parrocchia del paesino -che paesino hai scelto? Ecco, io avrei scelto Gualdo. E ma pure tu. Eh ma ti capisco sai, Gualdo e’ pittoresco e con le vallate sibilline salmonate sullo sfondo le tue pose da marito saranno uno schianto. Eh, si effettivamente…- Allora padre, dove eravamo? Non e’ che per caso ci ha internet? Un indirizzo di posta elettronica?

Nel frattempo se vuoi che Dio sigilli la vostra torta nuziale a tre piani e che le banche vi concedano un tasso agevolato dovresti occuparti anche della parte civile. Come dici? No i dico non ci sono ancora. No, neppure i cus. Cosa? Un cous cous? Ma si, andiamoci a fare un cous cous che a stomaco pieno si ragiona meglio.

Annunci

4 Risposte

  1. Ma non ci può pensare il parroco di Gualdo? No, eh? Vuole che faccia una telefonata in Vaticano? Sa, noi abitiamo a Roma…

  2. Qui si potrebbe interpellare qualche guardia svizzera amica nostra…

    😉

  3. la chiesetta con tutti i tossichelli buttati sulle scale di fianco a kamara non mi sembra un brutto posto per convolare a giuste nozze, una volta c’era un prete barbutio che nelle pittoresche celebrazioni della pasqua greca mi venne a stringere la mano calorosamente, forse scambiandomi per qualcun altro..

  4. sig.miic non immaginavo che lei fosse cosi’ potente. da ora in poi Vi daro’ del Voi.(si, Vi prego, fate una telefonatina a Benedetto).

    Albert se mi riesce a mobilitare le guardie svizzere do del Voi anche a Lei.

    I lettori di questo blog sono dei potenti

    Andrea, si, nonostante le mie conoscenze altolocate finira’ come dici tu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: