Io, guarda, ce la metto tutta

flieganimation.gifflieganimation.gifflieganimation.gifflieganimation.gif

Come italiana all’estero sono un fallimento. Odio invitare gente a cena, sono pigra, della pizza mangio solo il condimento e non tifo per nessuna squadra. Non sono dunque in grado di rappresentare degnamente il belpaese e, specialmente nella stagione autunnale, sono piuttosto priva di  buonumore fascino e allegria.

La vita di coppia puo’ essere stimolante, essa pero’, a volte si trasforma in un teatro di timori  in un reticolo di recriminazioni taciute, tanto da sviluppare la cosiddetta fobia della gita domenicale. Questo perche’ la differenza ontologica tra i sessi si appalesa soprattutto su questioni come l’entusiasmo domenicale.

Amore, che ne dici di un’escursione in montagna? Di un bagno alle terme? Pranzo al sacco e videocamera e, a proposito, sai dove ho messo la borsa termica? E’ su episodi del genere che la coppia prima o poi si inceppa. L’appassionato matura un certo rancore verso il disinteressato che a sua volta sviluppa un senso di colpa che gli rendera’ impossibile qualsiasi entusiasmo. La coppia barcolla.

Ma e’ottobre, non sarebbe meglio qualcosa di meno impegnativo? Voglio dire, rassegnamoci e basta alla nostra esistenza cittadina. Noi siamo per i cinema la pizza i dvd, proprio tu, poi, che hai di corsa abbandonato le pendici montane del tuo paese per la metropoli, dico, proprio tu adesso hai quell’urgenza urbana di vincere il tedio borghese con interminabili processioni in inclinate posture?  

Io, mi dispiace, sono del tutto priva di qualsiasi nonchalance postfreak. Per quanto mi sforzi di riesumarla dai miei trascorsi nel mondo del teatro amatoriale l’unica cosa che al limite posso fare e’ il campeggio libero sempre che sia agosto e che abbia con me la scorta di  fazzoletti preumidificati. Tutta questa ruralita’, il sentiero irto, il bagno all’aperto, voglio dire e’ ottobre, non credo, sai, che riusciro’ a farcela. Credo, inoltre  che la montagna non faccia per me, me lo sento, inciampero’ su uno sterco di vacca e, infine, credo che uscendo dalle terme, mi pigliera’ un accidente. A parte cio’, sembra un programma divertente.

Lui non dice altro che smettila. La smetto immediatamente, nella dialettica relazionale non si può essere oppositivi o almeno non così tanto da permettere aperte accuse di pigrizia e di scarsa vitalità. La coppia e’ salva. Ma come italiana all’estero ho deluso tutti, lo so.

 

Annunci

10 Risposte

  1. mah, non so se sia una differenza ontologica sessuale. voglio dire, l’entusiasmo weekendesco per paesini mercatini termine centricommercialini è spesso prerogativa femminile, contrapposta allo stravaccamento calcistico del màsculo

  2. Io per esempio la penso come te… L’autunno mi porta a preferire le serate in casa, dvd e quanto si possa fare tra le mura domestiche.
    E se devo dirla tutta, io non sono deluso dalla tua italianità esportata, anzi, credo sia un punto a favore.
    Ciao

  3. e’ che qui di calcio ancora poco e niente, colpa mia che non mi sono organizzato. viste le lamentele mo mi organizzero’

  4. e va bene sig. miic, gli metta pure certi grilli calcistici per la testa, in fondo un po’ di calcio e’ sempre meglio della gita fuori porta.
    albert ti nomino primo membro onorario dell’ associazione “italiani all’estero non fatevi riconoscere” di cui sto redigendone lo statuto.grazie del supporto

  5. che poi seconfo me se una domenica vai a vedere una partita in uno stadio greco ti diverti anche, che il tifo greco è bello pittoresco, a volte un bel po’ eccessivo, insomma, ti fai due risate..

  6. “secondo” me, non “seconfo”…

  7. andrea lo so è già da tempo che il fidanzato mi dice le stesse cose e prima o poi tocca. poi ne scrivo un post

  8. Vai a vedere l’Aek, ché sono compagni. E tifa Ancona, ché si fa contento il compagno Ratzinger.

  9. tamas: a casa nostra fanno bella mostra di se’ due sciarpe dell’Aris Salonicco, dell’AEK pero ‘abbiamo un orrendo pupazzetto in auto, giusto perche’ ha gli stessi colori sociali (giallonero). Lo abbiamo vinto al gioco delle tre palle al luna park

  10. si tamas, e’ cosi’, il topo e’ la nostra mascotte e ratzinger e’ sempre il benvenuto anche qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: