Fino a che non canteranno tutti insieme i galli

Allora saprò stare zitta, me ne starò sotto le coperte, un senso di, non saprei, di indicibile spazio.

Siediti, hai cominciato a vedere a pallini allora siediti, lo sai che se vedi a pallini poi svieni. Nessuno deve vederti svenire stavolta non te lo puoi permettere ci sono i suoi genitori quella è gente contegnosa, non può certo intimorirsi per una cosa così da poco, dico tre parti cesarei ernie addominali ombelicali epigastriche il dopoguerra gli ospedali le malattie vere ed io vorrei esibirmi nel mio collasso ottocentesco solo perchè tu devi fare l’anestesia? Siediti e stai zitta. Ma è totale. To-ta-le.

Va bene fà come ti pare scema e loro, appena te ne sarai andata, diranno ma guarda te se proprio questa qui doveva capitare nella nostra famiglia, razza di isterica, ansiosa piagnona e tu lo sai, lui è maschio e anche se dice io non mi faccio condizionare io sempre ragiono con la mia testa, tu lo sai che non è vero e sua madre già gli ha instillato il dubbio e tra qualche mese inizierà a deriderti ai pranzi di famiglia e poi, alla fine, tu lo sai, alla fine ti lascerà. Perchè sei scema perchè non ti siedi perchè muta non sai stare.

Respira. Amore mio, cosa c’è? Eh, cosa c’è. Niente. Respira. Lo zen. Usalo. Sei calma un senso di non saprei di indicibile spazio perduto, perdute la smania l’assillo il chiodo tocche di neri mastici di negromante astuto appuntito ma la visione mi sfugge di mano ed io morirò sola in campagna dove le piogge battono sulle persiane sugli stucchi freddi qualcosa certamente andrà storto, per forza, l’anestesia era totale e l’anestesista aveva fretta di andare al mare, ed io l’ultima battaglia legale la farò per te. Poi mi ritirerò in campagna ad allevare galli. Saprò stare zitta saprò stare zitta. Forse questa è l’ultima volta che ci vediamo.

Come vuoi tu, l’hai detto, adesso che facciamo? Me ne resto sulla paglia perdute la smania l’assillo l’orgasmo va bene io resterò sola e derisa ma voi razza d’insensibili irresponsabili e faciloni, avete sentito no? Anestesia totale.

Non svenire siediti non svenire. Mi dispiace, ieri  sera ti ho detto no non lo faccio l’amore con te nel mio letto, di sotto ci sta mia madre, lo senti no che sta vedendo Alda d’Eusanio?  Facciamo piano piano te lo giuro ma io no, non ce lo faccio all’amore con mammà di sotto razza di sedicenne.

Si lo so, te lo dovevo ma adesso è troppo tardi. Perchè l’anestesia è totale e tutti sono distratti ma ugualmente l’anestesista prima di andare al mare te la farà. E ci ucciderà tutti.

E poi saremo vecchi emorragici con un senso di non so di indicibile spazio ed io, l’avevo detto io, che totale l’anestesia era troppo.  Me ne resterò sotto le coperte sul mio letto di paglia fino a che non canteranno tutti insieme i galli.

Annunci

6 Risposte

  1. a me l’anestesia totale è sempre piaciuta parecchio. tra l’altro ti svegli con un rincoglionimento misto a rabbia che ti permette di mandare affanculo chiunque, con grande soddisfazione

  2. catastrofismo dilagante, io sono come te la gente mi vede arrivare e si tocca ma che ne sanno loro dell’ipocondria?

  3. l’anestesia a te dovrebbero farla eh eh eh 😉

  4. Io non capisco perché non si possa fare come in certe città europee… Per esempio nella mia patria…
    Io l’anestesia totale l’ho provata una volta sola l’anno scorso. A febbraio.
    Renderla obbligatoria, sarebbe cosa buona, per svariati motivi. Magari anche solo una volta al mese.
    Io non mi sono risvegliato rabbioso, come taluni mi dissero. Tutt’altro.
    Solo sballo e sogni di miele e cannela.
    Decisamente rock.
    Ciao.

  5. decisamente bello

  6. Io so di gente che si sveglia in lacrime per via dell’anestesia totale. poi, altri, dicono che l’anestesia totale tira fuori quello che hai dentro. io mi sa che non piangerei, ma certo, avrei il nervoso e tirerei la prima cosa che mi capita al primo che vedo. lo so. poi, un’altra cosa. mi sono immalinconita un po’ a pensare a questa cosa dell’invecchiare da sola in una casa di campagna con la pioggia che piove sugli stucchi. sai che è un’immagine davvero efficace a rendere l’idea della solitaria vecchiaia? brava, mi hai dato uno spunto interessante all’idea di me in questa casa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: