Ex fidanzati

Massimiliano uno, il piccolo medio imprenditore.

Avevo questo fidanzato che un giorno si compra la macchina nuova, una multipla grigia, sicche’ mi propone di fare un giro per celebrare il varo del mezzo, io avevo una fastidiosa infezione vaginale e tra i tanti posti in cui non avrei voluto essere il batraciano monovolume era in cima alla lista. Gia’ le cose tra noi non e’ che andassero bene. Grugnivo ad ogni curva e mi sgrattavo sul sedile per alleviare il pubico prurito. Ma che hai perche’ quel muso spiegami un po’ com’e’ che non vuoi mai condividere un’emozione con me, questo per me e’ un momento importante.

Immagino la croce piantata alla fidanzatina delle elementari per la prima bici.

Massimiliano due, il mistico cooperatore internazionale.

Questo fidanzato lavorava nel no profit e, con suo grande profit, per settemila dollari al mese, sosteneva lo sviluppo dell’economia peruana, dipingendo vasetti in terracotta. E poiche’ il filantropico compagno s’impegnava a salvare il mondo, col tempo l’impronta mistica che lo contraddistingueva sin dalla nascita, tipo mi sono drogato ho chiesto a dio di poterlo incontrare e sai? l’ho incontrato ma aveva le sembianze di un serpente, dicevo, l’impronta si e’ allargata sino a diventare un cratere.

Ma tu ci credi in Padrepio? Parlare di possibili somatizzazioni non era la risposta giusta se non si voleva agitare il Savonarola non governativo e neppure mi era permesso lagnarmi per problemi che non avessero dimensioni universali tipo la fame nel mondo la lebbra lo scioglimento dei ghiacci. Maledetto terzo mondo che mi togli il diritto ad una disperazione borghese.

Tuttavia quella volta li’ mi sembrava di avere davvero buone argomentazioni per frignare, mia madre, caduta da un albero, stava in terapia intesiva con un buco nel cranio ed il primario perplesso non sapeva se ci sarebbe scappato il morto.

Fu dunque in quella occasione che Massimiliano due mi inizio’ ai misteri della vita mistica, quando, piangendogli addosso, mi consiglio’ di proporre direttamente a dio uno scambio, la mia vita con quella di mia madre. Se ci tieni tanto a lei come dici.

Per fortuna che poi dio quel giorno era occupato con i bambini del Biafra che se avessi potuto veramente esercitare un’opzione adesso sarei orfana.

 

Annunci

6 Risposte

  1. non capisco perché non hai offerto la sua, di vita.

  2. se avessi offerto la sua di vita, dio non avrebbe mai accettato lo scambio e sarei comunque orfana adesso

  3. C’è anche da dire che il lanternino ti funziona al meglio, Patty cara.

  4. lo faccio solo per non perdere l’ispirazione lo faccio solo per il blog

  5. signorina, se lei desidera vado da me e cancello tutte le tracce.

  6. guardi non mi pare che serva, il ragazzo è ancora lontano, complimenti alla sua intelligence

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: