Una grande famiglia

Non finirò mai di ripeterlo, amoremio, non sono attendibile quando sono in vena di ciclo, dico cose che non sono mie ma che escono dalla delusione di quegli ovuli trascurati dal maschile seme a cui tocca una fine ingloriosa nell’acrilica pezzetta assorbente.

Fatta questa premessa, amoremio, lasciati dire che sei un testadiminchia. Perche’ stanotte rientri, mi svegli e, con un’inappropriata euforia alcolica, mi scodelli il frutto etilico della tua serata mondana. Sai che? Ho incontrato la mia ex e si e’ deciso che domani sera si viene da te con anche alcuni amici. Ora, secondo me non si puo’ dire una cosa del genere senza pensare di scatenare una lite familiare, a maggior ragione se l’espressione soddisfatta con cui la si dice lascia trapelare la gioia con cui e’ stata accolta l’idea di farsi servire dalla fidanzata in carica mentre si pasteggia con quella precedente. Ed io allora, che sono una femmina fragile, guardo il mio fidanzato peace&love e mi attristo.

Avevo giurato a me stessa che mai, mai piu’ mi sarei messa a frignare di notte. Perche’ perdo il sonno e rosico a sentire te che russi e che te la dormi della bella nonostante la lite di coppia. Perche’ non dormire a trentunanni fa venire le rughe.

Avevo giurato cosi’. Invece.  Invece insorgo con isteria contro l’equilibrata regola del restiamo amici e oltraggio la sfrontatezza e l’irriverenza della tua indole sprovveduta e certamente anche un po’ stronza. D’altra parte caromio non sei certo privo di precedenti. Dico, stanotte non e’ stato un errore di percorso, la tua e’ proprio un’autistica coazione a mantenerti su posizioni di utopica minchionaggine, come se io e le tue ex si potesse essere una grande famiglia e fare cene e serate insieme.

Dunque io, che sono donna sanguigna, mi faccio girare le palle con una certa facilita’ quando si tratta di questioni di complicita’ coniugale. Quando mi girano le palle  io, che sono donna in preda al sinodico scontento non c’e’ verso che mi calmi da sola. Se a procurarmi il suddetto giramento sei tu, io, che forse anche per via del mensile accumulo di estrogeni, sono rancorosa, non posso certo farti passare indenne la nottata.

Anche se, come detto, non e’ la tua fidanzata a parlare ma loro, gli ovuli che con follicolare depressione respingono la maschia fonte che a sua volta li ha respinti.

Che se non dovesse fare i conti con il suo sistema endocrino non sarebbe cosi’ litigiosa.

Ma stamattina c’e’ il sole, cosi’ nonostante le due ore di sonno la bestia mi si e’ sgroppata di dosso e sono pronta anche io a fare la peace ed il love.

Ma solo con te, perche’ testadiminchia io mica ce le porto le fettuccine al tavolo delle tue ex.

Annunci

4 Risposte

  1. ..sputare nel piatto?

  2. pensavo a qualcosa di piu’ radicale, cianuro per lei, guttalax per lui, lui mi serve vivo.

  3. Inutile…certi uomni non arrivano a certi concetti elementari!
    E se tu provi a piegarglieli ti rispondono solo che sei troppo gelosa, quando la gelosia, secondo me in stè cose, c’entra poco.
    Approvo dose massiccia di gutalax per entrambi…in caso di unico bagno disponibile ti godresti una scena di boxe a gratis!
    🙂

  4. ripeto, secondo me lei va eliminata e lui punito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: