Con cautela

Quando ci siamo dati il primo bacio, non proprio il primo ma, insomma, quello che fa iniziare tutto, avevo un toupet in testa ed ero avvocato.

La chioma finta faceva da pandant con la mise estiva. Ribelle.

Per quanto riguarda la professione invece non ho ancora adesso una spiegazione.

E mentre le nostre lingue cercavano il sincrono io ero impegnata a che l’ardore restasse circoscritto al tronco lasciando in pace la testa acrilica. 

Casomai ti fosse venuto l’impeto di afferrarmi il capo. Certo, le ciocche erano fissate con la cheratina, mica un lavoro da poco, ma la parrucchiera si era raccomandata, niente strattoni violenti.

Si sa, la malagrazia della passione.

Il tempo non sembra passato affatto, hai lo stesso odore di sempre nei capelli e annusasti un ciuffo posticcio.

Non dissi nulla e anzi che le cose stavano andando alla grande, da quel giorno non ho mai smesso di mentire, sai la scaramanzia.

Annunci

4 Risposte

  1. Sono arrivata qui con un motore di ricerca. Penso di tornare. Mi piace come racconti di te e di lui. Giulia.

  2. i lui sono tanti che se fosse uno solo preferirei la singletudine.
    grazie della visita

  3. ma come ci si accorge noi maschi che avete in testa delle cose?

  4. credo dipenda dalla perizia del parrucchiere e/o della signora in questione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: